fbpx
L’Eremo di Santo Spirito a Majella

L’Eremo di Santo Spirito a Majella

Incastonato tra la roccia, su u picco panoramico, questo luogo é di una bellezza e potenza disarmante.

Situato vicino al paese di Roccamorice (che merita anche lui una visita) si raggiunge in macchina da Pescara con un piccolo viaggio di meno di un’ora, parcheggio situato di fronte all’entrata

Visita non proprio adatta ai piccoli bambini, che in compenso troveranno occupazione nella bella fontana di montagna di acqua fresca sita all’entrata, il complesso può essere visitato in famiglia. L’Atmosfera mistica e suggestiva del luogo é capace conquistare tutti : grandi e piccini.

L’accesso e la visita e chiesetta sita a sinistra é libero. A pagamento invece le visite guidate organizzate dalla coperativa Ripa Rossa per accede alla parte posteriore dell’eremo, della scala santa  e dell’oratorio della Maddalena. (Per modalità gli orari e i giorni di apertura e chiusura visitate il sito dell’associazione https://riparossa.com/visita-leremo

Costo della visita
ADULTI: 5€/ visita autonoma – 8€ / guidata
BIMBI FINO A 10 ANNI: gratuito
RAGAZZI da 11 a 18: 5€/ visita autonoma – 8€ / guidata

Riportiamo qui di seguito gli orari di apertura estivi:
GIUGNO
Apertura sabato, domenica e 1 e 2 giugno con orario continuato dalle ore 10.00 alle ore 18.00
La biglietteria chiude alle ore 17.15
Visite guidate: 10.45, 14.30, 16.30

LUGLIO
Tutti i giorni con orario continuato dalle ore 10.00 alle ore 19.00
La biglietteria chiude alle 18.15
Visite guidate: 10.45, 14.30, 16.30

AGOSTO
Tutti i Giorni con orario continuato dalle ore 10.00 alle ore 19.00
La biglietteria chiude alle 18.15
Visite guidate: 10.45, 14.30, 16.30

SETTEMBRE
Dal 1/09/2020 al 20/09/2020
Apertura dal martedì alla domenica con orario continuato dalle ore 10.00 alle ore 18.00
La biglietteria osserverà il seguente orario: dalle ore 10:00 alle ore 17.30
Visite guidate: 10.45, 14.30, 16.30
Dal 21/09/2020 al 30/09/2020
Apertura Il sabato e la domenica con orario continuato dalle ore 10.00 alle ore 18.00
La biglietteria osserverà il seguente orario: dalle ore 10:00 alle ore 17.30
Visite guidate: 10.45, 14.30, 16.30

Il Parco del Lavino

Il Parco del Lavino

Il Parco del Lavino é la meta adatta per fare una bellissima gita nella natura in famiglia, da raggiungere in poco tempo da Pescara.
Perfetta per quando vi siete svegliati e sbrigati tardi e arriva la domanda fatidica: ora che si fa?

Un’oasi naturale protetta alle porte di Pescara, nel comune di Scafa. Dal territorio circoscritto e limitato, ma di una bellezza sconfinata e cangiante: le acque della sorgente del fiume Lavino offrono uno spettacolo dovuto alla loro natura sulfurea, e innumerevoli sono le sfumature che vanno dal verde all’azzurro, cambiano in continuazione secondo il tipo di cielo e l’inclinazione dei raggi del sole. Affascinante quindi in tutte le stagioni e in tutte le condizioni meteo.

Tra le acque si scorgono gallinelle d’acqua (e tante altre specie ornitologiche se siete attenti e fortunati!) e resti di un vecchio mulino di una piccola centrale idroelettrica che serviva un tempo ad irrigare i campi coltivati circostanti. Pioppi e bellissimi salici bianchi affondano i propri rami nelle mutevoli acque colorate, regalando paesaggi degni dei quadri impressionisti.

Come detto all’inizio: un’ottima meta per bimbi piccoli e grandi.
L’area attrezzata che si trova appena all’entrata offre giochi per i bambini e tavole di legno per pic-nic all’aperto. Il piccolo sentiero che parte giusto affianco offre un percorso semplice alla portata di tutti (ma non facile per i passeggini, per cui portate un portabebé per passeggiare con i neonati). Una passeggiata di 30-40 minuti al massimo: sempre se non vi fermerete a lanciare sassolini nel fiume o scrutare l’acqua con dei bastoncini di legno (questa é stata la nostra occupazione la maggior parte del tempo!)
Ultimo consiglio, mi raccomando: portate con voi uno spray antizanzare, abiti comodi e tanta voglia di esplorare

L’ingresso é gratuito. Nelle giornate estive i volontari di Legambinete richiedono 1€ all’ingresso.

Per raggiungere l’Oasi del Lavino in macchina ci vogliono : 40 minuti partendo dalla Tiburtina o 30 minuti prendendo l’autostrada .
Digitate su google map: Via Celestino 5, 110, 65027 Scafa PE

Ecco la poesia che vi accoglierà all’entrata:

Acqua di monte,
Acqua di fonte,
Acqua piovana,
Acqua sovrana,
Acqua che odo,
Acqua che lodo,
Acqua che squilli,
Acqua che brilli,
Acqua che canti e piangi,
Acqua che ridi e muggì,
Tu sei la vita
e sempre fuggi.

Gabriele D’Annunzio

Andare a spasso in bici a Pescara

Pescara è una città perfetta per andare in bici. Piatta, regolare, bel tempo per più di 250 giorni l’anno *.*.

La riviera ne é da sempre una pista ciclabile naturale. Ma a questo classico si sono aggiunti col tempo altri piccoli circuiti interessanti, perfetti da scoprire in famiglia!

Per i neo genitori la prima passeggiata in bicicletta col piccino sul seggiolino é la più emozionante: fin da da piccolissimi i nostri filgio sono felici di salire in canna e guardare in velocità il paesaggio.
Crescendo aumenta la voglia di pedalare: è divertente, possono sperimentare la velocità e assaggiare l’indipendenza da mamma e papà. I bambini apprezzano vivere situazioni in cui si trovano allo stesso livello degli adulti: e questa é la rivoluzione della bicicletta! La loro autostima aumenta.

Per tutta la famiglia andare in bicicletta è un’occasione per fare attività fisica in modo sano, salutare e sicuro. Per i genitori é ottimo esercizio per imparare a ridurre e gestire l’apprensione nelle piccole situazioni di pericolo che possono presentarsi: insomma un modo per lasciarli andare piano piano dritti per la loro strada!

Pedalare vuol dire fare movimento e insieme divertimento, ma anche insegnare ai nostri piccoli uno stile di vita salutare, sostenibile e sicuro: il mondo del futuro da sognare ed insegnare!

Campus e attività estive in città

Campus e attività estive in città

ESTATE 2020 
Sarà un’estate un po’ diversa dal solito, ma le attività per i bambini ricominciano, con le dovute precauzioni privilegiando attività in piccoli gruppi e all’aria aperta… e grazie al tanto lavoro degli organizzatori, che hanno dovuto reinventare modalità e spazi 🙂
Saranno un aiuto prezioso dopo questi mesi per i genitori che sono al lavoro, ma sopratutto per loro: i bambini che hanno diritto anche lora a ricominciare le loro attività e ritrovare pian pianole la loro socialità.
Di seguito una piccola selezione. Aspettiamo le vostre segnalazioni per implementare la pagina!

MUSEI A CIELO APERTO
ARTE, TRADIZIONI, FOTOGRAFIA, ARCHEOLOGIA, NATURA
Quest’anno la Fondazione Museo delle Genti D’Abruzzo ha preparato un programma eccezionale di appuntamenti estivi per i bimbi della città. Dall’8 Giugno al 28 Agosto, si svolgeranno attività didattiche all’aperto tra ill Parco Villa Sabucchi e il Cortile del Museo Cascella.

I temi degli incontri : arte, natura, archeologia, letteratura, storia, tradizioni popolari e fotografia, per bambini dai 6 anni in su.
Attività organizzate per piccoli gruppi (max 7 bambini)

Per il programma dettagliato guardate la locandina in galleria.

Costi: 50€ settimana /12€ giornaliero
Orari: 8:30/13:00
Prenotazioni e e Info: didattica@gentidabruzzo.it / Tel 3939374212

CENTRO ESTIVO ALLEGRA COMBRICCOLA
L’Allegra Combriccola organizza il suo centro estivo per bambini e ragazzi dai 4 ai 14 anni dal 22 Giugno 2020 a Pescara e Montesilvano, dalle ore 8.30 alle ore 16.30.
Verranno svolti laboratori creativi manuali, giochi, letture e aiuto compiti, attività ricreative e artistiche, attività in musica e laboratori di danza con un ottimo servizio pranzo. Il centro estivo rispetterà tutte le indicazioni sulla sicurezza e i protocolli anti Covid.

Guardate la locandina in galleria
Informazioni: cell. 366/4461627 – https://www.facebook.com/animazioneallegracombriccola

MANEGGIO NEW LORD MARIO Summer Camps (Francavilla al Mare)
Ricominciano il15 giugno dalle 8:30 alle 17:00 i SUMMER CAMPS in maneggio: un’occasione per conoscere un animale empatico come il cavallo, stare all’aria aperta, conoscere nuovi amici sempre rispettando le linee guida di sicurezza anti COVID. Sono disponibili pacchetti giornalieri, settimanali e mensili.
Per bambini dai 6 ai 14 anni (in alcuni casi anche anche 5 compiuti)

PER INFO e prezzi contattare Paola: 389 1676706 / info@lordmariohorses.it / https://www.facebook.com/maneggio.newlordmario

CAMPUS DI ISPIRAZIONE MONTESSORIANA di Officina Time
Il campus si svolgerà presso il Parco Villa de Riseis e ospiterà piccoli gruppi divisi per età: 
– bambini dai 4 compiuti dalle 8.30 alle 12.30
– bambini dai 5 compiuti dalle 8.30 alle 16.30
– bambini 11/12 dalle 8.30 alle 16.30

Info: 340 6879621 / 347 5164115 / https://www.facebook.com/OfficinaTime
Open day su appuntamento  sab 30 e dom 31 dalle 14 alle 18.

LEGA NAVALE
Ricominciano l’8 Giugno i Campus Mare (Vela, Sup, kayak e windssurf) della Lega Navale di Pescara.Dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13: orari flessibili in base alle esigenze di ragazzi e genitori. Possibilità di continuare le attività frequentando il CAMPUS pomeridiano.
Staff professionale ed accogliente. Ampio spazio verde recintato, dove riposarsi e giocare prima e dopo le attività.
Prescrizione necessaria! tutte le info qui: https://www.lnipescara.it/campus-estivo/

 


ESTATE 2019 
Che si fa se Mamma e Papà non sono ancora in vacanza?
Pescara ha la sua spiaggia e il mare, e quasi in ogni stabilimento balneare sono organizzati campus e piccole colonie estive per occupare i bambini. Ma anche in campagna, agriturismi e Country Houses offrono tante attività da scoprire.

Ecco una nostra piccola selezione di campus, colonie e attività estive a Pescara e dintorni: la pagina è in continuo aggiornamento, continuate a tornarci e curiosare 😉

ASPETTANDO LA SCUOLA 2019
I laboratori del Museo delle Genti d’Abruzzo per bambini di età compresa fra i 6 e i 12 anni

02/06 SETTEMBRE
ETNOGRAFIA: Bambole, pupi e marionette. La nuova collezione del museo dedicata alle bambole dal mondo sarà lo spunto per conoscere balocchi, filastrocche e antichi giochi. Nel corso della settimana allestiremo quinte sceniche, ambientazioni e teatrini ambulanti per dar vita a personaggi curiosi e singolari della nostra tradizione.
A cura dell’Associazione Exclamè! presso MUSEO GENTI D’ABRUZZO

09/13 SETTEMBRE
RESTAURO: Restaurarte. Nozioni base sul restauro ed esercitazioni pratiche su un dipinto a tempera realizzato durante il laboratorio.
A cura di Chiara Russo presso MUSEO CASCELLA

ESTATE AL MUSEO del Museo delle Genti d’Abruzzo
Per bambini dai 6 ai 12 anni
Tanti percorsi diversi per ogni settimana dal 10 Giugno al 6 Settembre : Cucina, Arte, Archeologia, Restauro, Natura e Etnologia.
Luoghi:
Museo delle Genti d’Abruzzo, via delle Caserme 24 – Pescara
Museo Civico Basilio Cascella (cortile esterno attrezzato), viale Marconi 45 – Pescara
Orari: dal lunedì al venerdì 8.30 -13.30
(dalle 8.30 alle 9.00 accoglienza, dalle 9.00 alle 13.00 attività, dalle 13.00 alle 13.30 tutti a casa)
Info e iscrizioni: 085.4510026 – 393.9374212
Costo: € 70,00/ 80,00 secondo attività – Prenotazione consigliata
Link al sito del Museo

LEGA NAVALE
Corsi di Vela, Kajak, Sup, Windsurf
A giugno iniziano i nostri corsi di vela, kayak, sup e windsurf per bambini e ragazzi (6-18 anni), adatti ad ogni livello di preparazione.
Dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13: orari flessibili in base alle esigenze di ragazzi e genitori. Possibilità di continuare le attività frequentando il CAMPUS pomeridiano.Staff professionale ed accogliente.
Ampio spazio verde recintato, dove riposarsi e giocare prima e dopo le attività. Tanti ragazzi per fare nuove amicizie e condividere un’estate fantastica!
Open Days: 8-9 Giugno 2019
Tutte le info (costi e orari) sul sito: https://www.lnipescara.it/campus-estivo/ 

CIRCO AL MARE: Summer Camp 2019
Un Summer Camp super originale, in cui divertirsi ed imparare tante discipline nuove proprio in riva al mare, presso il “Trabbocco il Gabbiano” del molo Nord di Pescara!
ATTIVITÀ & LABORATORI:
– discipline aeree
– giocoleria e laboratorio di costruzione degli attrezzi
– gioco/lingua acrobatico (inglese/spagnolo)
– capoeira e verticali
FASCIA D’ETÀ – dai 7 ai 13 anni
CAMP a numero chiuso – MAX 10 posti
Tutte le Info sulla pagina Facebook

PESCARA BASKET
Corso estivo di Mini-basket gratuito per il mese di Luglio al palazzetto di via Elettra.
Info su locandina e PaginaFB

CAMPUS PROTEZIONE CIVILE
Link su FB

ORIGAMARE
Laboratorio di origami a cura di Ali di Carta
Luogo da definire

 

 

 

Pupa e Cavallo di Pasqua

Pupa e Cavallo di Pasqua

E la Pupa disse al Cavallo: “Mi concede questo ballo?” 
In Abruzzo non é Pasqua per i bambini senza questi dolci tipici della tradizione .

Preparati soprattutto dalle nonne per i loro nipotini hanno sulla pancia racchiuso un uovo che simboleggia la rinascita e l’unione. 

Quest’anno li abbiamo preparati in casa insieme ai nostri piccolini.
Ci avete inviato tante foto per mostrare le vostre creazioni! Eccole in galleria: grazie per aver condiviso questi momenti con noi.

Illustrazione Pupa e Cavallo di Federica Pietrolungo 💗Federica Eris DeLarge

Mostri, draghi e la favola del virus cattivo…

Guardo il calendario.
L’ultima volta che ho messo piede in un parco, con mio figlio, era il 5 marzo.
Avevamo passeggiato tanto quella mattina, insieme alla cuginetta, la mia nipotina di 12 anni, anche lei orfana da un giorno all’altro della sua quotidianità, della sua classe, delle sue lezioni di danza, dei suoi insegnanti e dei suoi amici.
E camminando senza una vera meta, cercando di stare lontani dagli altri, ma senza sapere realmente cosa fare e cosa non fare, ci eravamo ritrovati nei pressi di Villa Sabucchi.

Titubante, mi sono alla fine decisa ad entrare. Amo questo parco. È sempre pieno di vita e riesce a tenere fuori tutto quello che non è allegria, risate, movimento, condivisione, vita. Non è stato strano, quindi, trovare la solita atmosfera, il solito brusio, quello che si fa più prepotente nei giorni di festa.
Sapevamo che non era un giorno di festa, che non era una vacanza. Lo sapevamo almeno noi adulti, i cui sguardi, quel giorno, lasciavano trasparire una certa confusione. Che distanza tenere? Cosa far fare ai bambini? Cosa dire per evitare che entrassero troppo a contatto gli uni con gli altri? Ogni quanto disinfettarsi le mani? Non erano quesiti posti verbalmente, ma dubbi che si insinuavano nelle menti e si palesavano sui volti non rilassati come al solito.

Cosa è successo dopo quel 5 marzo?
Uno tsunami ci ha travolti trovandoci assolutamente impreparati e rendendo qualsiasi forma di progresso del tutto inadeguata a fronteggiare la situazione. Uno scenario che, seppur con una certa ritrosia, noi adulti riusciamo comunque ad elaborare.
Possiamo dire lo stesso per i nostri figli, i nostri nipoti, i figli dei nostri amici?

Tutte le congetture e le ipotesi sociali e filosofiche del momento hanno sistematicamente evitato di affrontare la questione dei bambini, convinti che il calore del focolare domestico potesse bastare a consolarli e proteggerli.

Si è discusso della sacrosanta libertà di fare una passeggiata in solitudine, del diritto dei “runner” di continuare ad allenarsi in un mondo in cui le fabbriche continuano a produrre beni che chissà quando torneremo ad acquistare e del fatto che chi possiede un cane (un grande supporto emotivo per tanti in questo momento di sconforto e smarrimento) non può certo tenerlo segregato in casa per settimane.

Sulla scena del dibattito nazionale e mondiale i grandi assenti sono loro: i bambini.
E se l’OMS ha recentemente raccomandato sia agli adulti che ai bambini, là dove possibile, di continuare a fare brevi passeggiate alla dovuta distanza di sicurezza, le misure di distanziamento sociale, sempre più restrittive, continuano a cozzare con questo sacrosanto bisogno fisiologico e psicologico che dovremmo garantire ai nostri figli.
È notizia di oggi che a Firenze un gruppo di 130 genitori ha scritto una lettera al sindaco, chiedendo di ascoltare il loro grido di aiuto e di concedere ai loro figli almeno mezz’ora di passeggiata giornaliera, con le dovute precauzioni.
I bambini sono stanchi, alcuni sono arrabbiati, altri sono semplicemente tristi.
Si cerca di distrarli, di intrattenerli, di spiegare loro che si tratta di un tempo di isolamento dai loro affetti limitato. Gli si promette che riabbracceranno i loro nonni, i loro amici, le loro maestre, che torneranno a festeggiare i compleanni e a giocare a pallone al parco, ma la verità è che la situazione diventa ogni giorno più difficile da gestire.
Ci spaventa il presente, così confuso, e ci terrorizza il futuro, perché non abbiamo idea di quando torneremo alla normalità e di quali saranno le ripercussioni di questo periodo troppo lungo di privazioni sui nostri figli.
Forse li sottovalutiamo.
Sottostimiamo la loro capacità di resistere agli urti, di rimettersi in piedi più forti di prima.
Forse ci stupiranno e saranno più bravi di noi genitori, più degli adulti che li hanno ignorati e tagliati fuori dalle cosiddette “priorità”.
Forse vivono col pensiero di rivedersi un giorno e poter finalmente dimenticare e usano la loro immaginazione per tornare col pensiero nei luoghi dove sono stati felici, agli abbracci che li hanno scaldati, certi che anche per questa favola ci sarà un finale.
E, si sa, quanto ai finali le favole non deludono mai.

Grazie a Sara Serraiocco, traduttrice, ghostwriter e mamma appassionata

X