fbpx
Pronti, Cascella… e via!!

Pronti, Cascella… e via!!

Pronti, Cascella… e Via!! Così comincia la visita guidata: mano nella mano in girotondo insieme grandi e piccini…
Eccoci subito in un’altra dimensione: quella del tempo da passare insieme ai nostri bambini!

Il racconto comincia così: “Questa casetta sorgeva in un bosco cittadino, la vietta che ci arrivava si chiamava “Via delle Acacie” e per raggiungere il centro cittadino bisognava andare in calesse.. Questa era la Casa / laboratorio dove abitava la Famiglia di artisti pescaresi Cascella; il bisnonno, il nonno e figlio sono quelli sulla foto all’entrata: Basilico ( Basilio!!), e i suoi discendenti: Tommaso e Pietro Cascella.

Il  Museo Cascella ha riaperto le porte questo 10 Marzo, restituendo alla città un luogo e delle opere che il pubblico non aveva dimenticato, e che anzi non voleva scordare. Ne é testimone il grande afflusso del pubblico il giorno dell’apertura.

L’Associazione Exclamé organizza in sito durante tutto l’anno questo tipo di visite guidate oltre che laboratori creativi per bambini.
Questa estate vi sono previsti numerosi percorsi didattici. Laboratori creativi per bambini di cucina, arte, natura, archeologia, etnografia… Tutti accomunati dalla passione di raccontare ai più piccoli abruzzesi la cultura e tradizioni della loro regione.

Durante la visita guidata l’atmosfera è magica: litografie, ceramiche, pitture, sculture tutto è presentato in modo da catturare l’attenzione dei piccoli e grandi visitatori.  Giochi, racconti, indovinelli intervallano il percorso all’interno dell’antica dimora.

Le tele diventano puzzle, i dipinti disegni, il marmo delle sculture di Pietro Cascella si anima in rappresentazioni teatrali con gli attori-visitatori-partecipanti. 

Bellissime le tele (grandissime!) di Tommaso Cascella: piene di colori ci parlano di un Abruzzo poco conosciuto, personaggi, vestiti, tradizioni, modi di vita ormai scomparsi come in “Mercede dopo il raccolto”.
E poi finalmente dal vivo, dopo averlo visto per una vita su carta e stampe sbiadite “il Bagno della Pastora” (originale!).

Insomma: emozioni per grandi e piccini grazie a Exclamè Laboratori Per Bambini!

DOVE:
Viale Marconi, 45 – 65126 Pescara
Tel. 085/451 0026
Link FB
Sito web

ORARI DI APERTURA:
dal Lunedì al venerdì  9:00/13:00

Sabato: 9:00/13:00 – 16:30/19:30
Domenica: 16:30 – 19:30

I Giardini d’Arte di Via Caravaggio

I Giardini d’Arte di Via Caravaggio

Un nuovo spazio di lavoro e condivisione per gli artisti abruzzesi, ha trasformato la galleria sotterranea di Carlo Maresca in una vera e propria factory. La Yag/Garage si trova al piano terra subito sotto un curatissimo giardino costellato da opere d’arte che portano i piccoli e grandi visitatori in un’atmosfera onirica e fiabesca.
Tra le opere incontriamo una voliera per uccelli al cui interno c’é un magico specchio sagomato; la curiositá resta intrappolata per un po’ nei riflessi di questi “specchietti per allodole” per poi sconfinare negli altri passaggi naturali del giardino incantato.
Ed eccoci allora dinnanzi a una porta rossa incastonata nel prato, ci ricorda subito il meraviglioso mondo di Alice e proviamo ad aprirla ma ops… La maniglia non funziona! Ora sono le cento specie di fiori a catturare l’attenzione e stimolare i sensi… Un odore intenso ci guida per tutto il percorso dove é impossibile non fetmarsi a contemplare le statue e le installazioni con cui interagire come bambini curiosi. Volti, maschere, fili… Piccoli habitat per animali e piante.
Non vogliamo svelarvi tutti i segreti di questo luogo sconosciuto ai piú; é per questo che vi invitiamo a recarvi negli spazi esterni ed interni di questa giovane realtá pescarese, area di scoperta e di arte talentuosa.

DOVE:
Yag Garage/Arte Giovane
Via Caravaggio 125 Tel. 085/ 38880

Mostra sui giocattoli: Plaisirs & Jeux

Mostra sui giocattoli: Plaisirs & Jeux

La Casa Natale di Gabriele D’Annunzio ospita in questi giorni fino al 23 Giugno una piccola deliziosa mostra dedicata ai giocattoli e al mondo dell’infazia: Plaisirs & Jeux,a cura di Lucia Arbace e Mariangela De Crecchio.

La piccola esposizione è allestita nella sala a destra subito dopo l’entrata. Costituisce un buon passatempo durante una passeggiata a Pescara Vecchia. Contate 30 minuti di durata al massimo. Ingresso agli adulti 2€ e gratuito per i bambini.

Vi aspetta una selezione ampia e variegata di giocattoli dall’antichità agli anni ’50: un mondo fatto di oggetti in legno, tessuto, carta e illustrazioni ricercate, quando il gioco e i giocattoli erano cosa rara e soprattutto fatta a mano, tesori da custodire con cura, e rappresentavano un momento privilegiato per pochi bambini e famiglie.

L’allestimento della mostra sui giocattoli é organizzato dividendo i giochi in ordine temporale e tematico. Dai più semplici ai più costosi e raffinati: si inizia con trottole e dadi provenienti dalla Grecia Antica fino ad arrivare alla Lanterna Magica e un proiettore degli anni ‘50.
Giochi di società, bambole, passatempi: tutti esprimono insieme l’arte di condividere, occasioni di felicità per gli adulti che offrivano e i bambini che li ricevevano. Alcuni costruiti insieme: il gioco tra artigiano e riciclo come l’esempio del signor Otello Rapini di Lanciano, che costruiva all’epoca i giochi per i bimbi della città a partire da materiale di recupero.
Tante storie, alcune ancora tra noi come il gioco dell’oca, le tombole zoologiche, le bambole di tutti i tipi e corredi.

I giocattoli che ci hanno incantato: un meraviglioso Teatrino in legno con burattini, la Tombola geografica, una primissima edizione del Meccano. Finiscono di completare l’atmosfera: fotografie di bimbi dell’epoca e le cartoline di accompagnamento a questi regali e la stanza finale: una cucina di altri tempi con tavola imbandita con la merenda del tempo: pane, miele, ferratelle tradizionali…

Si esce fuori con un po’ di nostalgia, ma tanta voglia di tornare a casa a giocare: “Mamma torniamo?”

Tutte le info in agenda

X